Foto Slide Show
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Autocross 2017
8/9 Aprile 2017
6/7 Maggio 2017
23/24 Settembre 2017
14/15 Ottobre 2017


 

MIMO Lorenzo


N.S. 4 – FORMULA CRONO


Art. 1 - Definizione

Sono considerate “Formula Crono” le manifestazioni automobilistiche che prevedono la partenza a cronometro di max 6 vetture per volta distanziate da intervalli prestabiliti, che partono e arrivano allo stesso punto.

Art. 2 – Conduttori

Sono ammessi alle manifestazioni di “Formula Crono” tutti i conduttori in possesso della specifica licenza rilasciata dalla Commissione Automobilistica Endas.

Art. 3 – Vetture ammesse, suddivisioni e relativi pesi minimi : ordine ingresso pista

Un concorrente può partecipare nell’ambito della stessa manifestazione ad una sola divisione, ad esclusione di quella Auto Storiche/Promozionali, in quanto non valida per la classifica assoluta.
Il concorrente che non si presentasse presso il circuito nei tempi previsti dal regolamento non sarà ammesso alla gara, salvo giustificazione comunicata e comunque non oltre la fine delle qualificazioni.

Il conducente ha l’obbligo di presentarsi alle verifiche sportive e tecniche. 

Il conduttore che provoca l’esposizione della bandiera rossa o comunque l’interruzione della gara verrà automaticamente escluso salvo si tratti delle qualificazioni nel qual caso sarà ammesso alla 1^ semifinale accreditato con l’ultimo tempo.
Una batteria è considerata conclusa quando è passato 1 minuto dalla qualificazione dell’ultimo concorrente.
La condotta di guida del concorrente che per propria volontà o per evidenti problemi tecnici risultasse pericolosa o di intralcio ai diretti concorrenti verrà sanzionata con bandiera nera.
Il conduttore è responsabile e risponde personalmente per il comportamento scorretto di eventuali accompagnatori, meccanici, sostenitori e figure simili.

Divisione Auto Storiche/Promozionali – Classe unica

Vetture targate munite di carta di circolazione con oltre 25 anni di età. Vetture con alimentazione dell’epoca e trazione coma da libretto. Cilindrata come da immatricolazione.
Le vetture devono rispettare i regolamenti dell’epoca sia per la parte meccanica , sia per la carrozzeria con componenti originali. Sono escluse le gomme solo ad uso competizione. Sono obbligatori gli allestimenti di sicurezza: roll-bar, cinture, gancio traino, stacca batteria; è facoltativo l’impianto di estinzione o l’estintore.
Possono essere ammesse anche vetture strettamente stradali G.T. (Gran Turismo Coupè a due posti più due) e modelli di vetture con passato storico glorioso in ambito sportivo.
Per ogni altra caratteristica o particolarità si fa riferimento, per quanto applicabile, al Regolamento Sportivo e Tecnico E.N.D.A.S.

8^ Divisione – Lady – Classe unica

Le vetture devono rispettare i pesi minimi previsti in base ai propri gruppi di appartenenza.
Non sono ammesse vetture monoposto dei gruppi 6-7-8

1^ Divisione – Trazione anteriore fino a 1300 cc.

gruppo 1 fino a 800 cc.          Kg 500

gruppo 1 fino a 1150 cc.        Kg 650

gruppo 1 fino a 1300 cc.        Kg 700

2^ Divisione – Trazione anteriore da 1301 a 1800 cc.

gruppo 1 fino a 1600 cc.        Kg 750

gruppo 1 fino a 1800 cc.        Kg 800

3^ Divisione – Trazione anteriore oltre 1800 cc.

gruppo 1 fino a 2000 cc.        Kg 830

gruppo 2 oltre i 2000 cc.        Kg 870

4^ Divisione – Trazione posteriore – Classe unica

gruppo 3 fino a 1600 cc.        Kg 750

gruppo 3 fino a 1800 cc.        Kg 800

gruppo 3 oltre i 1800 cc.        Kg 900

gruppo 1 fino a 800 cc.          Kg 500

gruppo 1 fino a 1300 cc.        Kg 700

gruppo 1 fino a 1600 cc.        Kg 750

gruppo 1 fino a 2000 cc.        Kg 830

5^ Divisione – Trazione anteriore e posteriore – (Trapianti)

gruppo 2 oltre i 2000 cc.        Kg 850

gruppo 4 fino a 1300 cc.        Kg 650

gruppo 4 oltre i 1600 cc.        Kg 720

gruppo 4 fino a 2000 cc.        Kg 800

gruppo 4 oltre i 2000 cc.        Kg 850

6^ Divisione – Trazione integrale

gruppo 5 fino a 1600 cc.        Kg 800

gruppo 5 fino a 2000 cc.        Kg 850

gruppo 5 fino a 2500 cc.        Kg 900

gruppo 5 fino a 3000 cc.        Kg 950

gruppo 5 oltre i 3000 cc.        Kg 1050

7^ Divisione - Monoposto

gruppo 7 fino a 1300 cc.                                Kg 430

gruppo 7 fino a 1600 cc.                                Kg 470

gruppo 8 – 2 ruote motrici                              Kg 600

gruppo 8 – 4 ruote motrici fino a 1600 cc.        Kg 650

gruppo 8 – 4 ruote motrici oltre i 1600 cc.        Kg 750

Art. 4 -  Svolgimento competizioni

Verifiche Sportive : il giorno della gara dalle ore 8.00 alle ore 10.00

Verifiche Tecniche : il giorno della gara dalle ore 8.00 alle ore 10.00

Warm up: il giorno della gara dalle ore 10.00 alle ore 10.30 (3 giri).

Qualificazioni : le prove cronometrate avranno inizio alle ore 10.45. E’ ammesso in pista un numero max di 6 concorrenti per volta che avranno a disposizione n.1 giro di prova e n.3 giri cronometrati.
Il miglior tempo sul giro sarà preso in considerazione per la posizione di partenza nella semifinale A.
Si qualificano i migliori 32 tempi per divisione; per gli eventuali esclusi è prevista – se le condizioni lo permettono – una batteria di consolazione su 5 giri.

Semifinali : ogni conduttore disputerà a turni intervallati n.2 semifinali. Alla prima sarà schierato con la classifica delle prove cronometrate, alla seconda con la classifica della prima semifinale.
Il numero max di conduttori ammessi in pista è stabilito in 8 e i giri da compiere in 5.

Finale : per ogni divisione è unica. Sono ammessi i migliori 6 risultati ottenuti sommando le due semifinali, giri previsti n.5.

Servizio cronometraggio : è previsto un servizio satellitare a transponder a scala millesimale a cura dell’organizzatore.

Briefing : il Direttore di Gara terrà il briefing con i piloti, gli ufficiali di gara e il personale di servizio 15 minuti prima dell’inizio delle manches.

Partenza : le partenze saranno date con bandiera tricolore e saranno anticipate di almeno 10 metri dal punto di rilevamento dei tempi. Gli intervalli di spazio tra una vettura e l’altra saranno stabiliti a insindacabile giudizio del Direttore di Gara e le vetture dovranno essere in posizione di fermo assoluto.

Le vetture che non fossero in grado di avviarsi autonomamente dalla griglia di partenza, saranno considerate escluse dallo schieramento.

Riserve : non sono ammesse in nessun caso.

Art. 5 – Ruote e pneumatici

Devono essere conformi a quanto previsto dall’Art. 4 del regolamento tecnico con le conseguenti precisazioni:

-          la gomma deve essere di derivazione automobilistica, ma il disegno del battistrada può essere modificato.

Art. 6 – Iscrizioni

Le domande per partecipare alle manifestazioni di “Formula Crono” devono pervenire al Comitato organizzatore entro le ore 18.00 del martedì antecedente la gara, accompagnate dalla tassa di iscrizione di € 90,00 (novanta/00) ed essere conformi a quanto previsto dall’Art. 9 del Regolamento sportivo.

Art. 7 – Classifiche

Le classifiche delle semifinali e delle finali saranno stilate sommando i tempi di tutti i giri previsti in ogni manche. I conduttori che eventualmente non avessero percorso tutti i giri previsti, saranno posizionati in fondo alle classifiche.
Le classifiche saranno esposte all’albo di gara immediatamente dopo la conclusione delle manches.
Le riserve nelle semifinali e nelle finali non sono ammesse. La manifestazione assegnerà il seguente punteggio finale per ogni divisione costituita : 1° classificato punti 10  -  2° classificato punti 8  -  3° classificato punti 6  -  4° classificato punti 4  -  5° classificato punti 2  -  6° classificato punti 1 più 1 punto per la pole position, solo se prende il via alla finale, in caso contrario il bonus del punto decade.

Art. 8 - Assicurazioni

Il Comitato organizzatore deve stipulare un’assicurazione di responsabilità civile verso terzi.
La stipulazione della polizza RCT non solleva i conduttori da altre maggiori responsabilità in cui potessero eventualmente incorrere.
Il Comitato organizzatore declina comunque ogni responsabilità in caso di danni a persone o cose durante e dopo la manifestane.

Art. 9 – Reclami ed appelli

La procedura relativa ai reclami ed appelli è regolata dall’art.20 del regolamento sportivo

Art. 10 - Premi

Non sono previsti premi in denaro. Sono obbligatori premi d’onore per i primi tre classificati di ogni divisione.

Art. 11 - Pesa

Ogni percorso che ospiterà manifestazioni di “Formula Crono” dovrà essere dotato di un sistema di pesatura delle vetture per eventuali controlli tecnici. Per il fatto stesso dell’iscrizione, il conduttore dichiara di accettare la bilancia dell’organizzatore. Tale bilancia dovrà essere descritta nel Regolamento Particolare di Gara.

Art. 12 – Deroghe

Nelle manifestazioni di “Formula Crono” è concessa la seguente deroga del regolamento tecnico:
le monoposto possono essere ammesse alla partenza anche se prive del parabrezza o della rete di protezione, come pure dei parafanghi.

Art. 13 – Norme tecniche sui percorsi

Tale specialità può essere svolta sia su percorsi provvisori che su circuiti permanenti aventi un fondo compatto, sterrato o misto.
Sui circuiti permanenti le norme di sicurezza sono quelle previste dall’omologazione in corso, mentre i percorsi provvisori dovranno rispettare almeno le seguenti disposizioni:

a) Misure: lunghezza compresa tra i 500 e i 1500 metri ;
larghezza minima 6 metri
pendenza max 15%
lunghezza  max dei rettilinei: 150 metri
b) Dossi e cunette: non devono interessare le traiettorie di entrata e di uscita delle curve ( 10 metri prima e 10 metri dopo la curvatura); l’eventuale pendenza max dei dossi e delle cunette è del 30%.
Al culmine dei primi e sul fondo delle seconde va previsto un tratto piano di almeno 10 metri di lunghezza.
c) Altri requisiti: il percorso deve essere chiaramente delimitato con gli accorgimenti più idonei che la Commissione Automobilistica riterrà più opportuni a seconda delle caratteristiche dei percorsi.
d) Pubblico: deve essere posto in zona sicura a una quota pari o superiore al piano pista.
La distanza che separa il pubblico dal percorso di gara sarà valutata in base alle protezioni installate per l’occasione (transenne – staccionate – nex – jersey – ecc.).
E’ vietato consentire l’accesso al pubblico nello spazio contenuto all’interno del percorso.
e) Parco chiuso: deve essere prevista una zona sorvegliata in grado di contenere le vetture finaliste che devono sostare per almeno 30 minuti a disposizione per eventuali reclami.
f) Strutture: è necessaria l’installazione di un locale provvisorio o meno, adeguato da destinarsi a “direzione gara” e altri servizi connessi.
g) Servizi igienici: sono obbligatoriamente previsti.
h) Omologazione: ogni percorso provvisorio deve essere preventivamente omologato dalla Commissione Automobilistica. La relativa richiesta deve pervenire almeno 30 giorni prima della manifestazione accompagnata dai seguenti documenti:
-   atto che attesti la disponibilità dell’area;
-   progetto in triplice copia in pianta scala 1:500; profilo longitudinale in scala 1:500 per le lunghezze e 1:100 per le altezze con la relazione descrittiva.
i) Locale attrezzato: ogni percorso dovrà essere dotato di un apposito locale da adibire a smontaggio di parti meccaniche conseguenti a verifiche tecniche o, in alternativa, la disponibilità dei locali di un’autofficina che si trovi nelle immediate vicinanze.
l) Mezzi di servizio: in ogni percorso dovrà essere presente durante la manifestazione uno o pù mezzi meccanici adatti al traino delle vetture che ne avessero bisogno.

Art.14 – Norma comportamentale

Il conduttore dichiara di essere informato che non è prevista la figura del meccanico o accompagnatore sollevando da ogni responsabilità l’Organizzatore, l’ENDAS, l’Autorità che

ha rilasciato l’autorizzazione della manifestazione e quanti altri connessi con la stessa.

Il conduttore è responsabile del proprio mezzo di gara, dei mezzi di trasporto e assistenza; risponde del comportamento di eventuali passeggeri e accompagnatori. Al di fuori del percorso di gara, il conduttore deve spostare la vettura dal proprio posto solo per motivi connessi alle fasi di gara.

Ogni spostamento deve essere effettuato procedendo a passo d’uomo, meglio se a spinta. Non sono ammesse prove tecniche (riscaldamento – frenate – ecc.) neanche se effettuate a bassa velocità.

Il percorso di gara comincia e finisce 10 metri all’interno dell’ingresso pista. Per i trasgressori sono previste le seguenti sanzioni :

  1. a)Ammenda di 100 euro da riscuotere sul posto.
  2. b)Esclusione dalla gara e perdita dell’eventuale punteggio acquisito nella prova.
  3. c)Trascrizione della sanzione.
  4. d)Per il conduttore recidivo sarà aggiunta la sospensione immediata della licenza per un periodo

stabilito dalla Commissione Automobilistica.

e) Alla terza infrazione al conduttore sarà ritirata la licenza.

Art.15 – Norma ambientale – tutela delle aree utilizzate

Per tutte le tipologie motoristiche promosse da questa Commissione Automobilistica viene approvato ed imposto le seguenti misure a rispetto dell’ambiente utilizzato :

Pista - Ogni sversamento di qualsiasi liquido e l’emissione eccessiva di fumo dallo scarico, comporta l’arresto immediato del mezzo che sarà recuperato e trasportato al padok.

Vetture - Devono essere munite di una vaschetta per l’eventuale sfiato dell’olio motore. E’ imposta una paratia sotto il motore che consenta l’eventuale recupero e assorbimento di liquidi dispersi.

Parco piloti (Padok) - Ogni vettura deve essere posizionata sopra un telo impermeabile che copra tutta l’area occupata dalla stessa vettura. L’area occupata deve essere delimitata

(nastro – corda – ecc.) per evitare il contatto diretto con il pubblico e deve essere dotata di estintore portatile, di un sacchetto di segatura e di un sacco impermeabile per il recupero di ogni forma di

immondizia con l’obbligo dello smaltimento in proprio.

A fine gara l’area occupata deve risultare perfettamente ordinata e pulita

Art.16 – Veicoli non ammessi

La Giuria ha la facoltà, su segnalazione dei Commissari Tecnici, di non ammettere alla partenza i veicoli che per costruzione o per stato di manutenzione presentassero elementi antiestetici, o di pericolosità e o di scarsa affidabilità.

Art.17 – Interpretazione regolamentare

Per quanto non espressamente previsto nel presente regolamento, si rimanda, per quanto applicabile, al regolamento sportivo e tecnico generale.

Art. 18 – Costituzione di divisione o raggruppamento. Pista bagnata

Una divisione è costituita con n.4 vetture verificate che prendano il via nelle prove di qualificazione, in caso contrario il punteggio sarà ridotto del 50%.

La partecipazione alle qualificazioni è comunque obbligatoria in tutti i casi.

Nel caso di pista bagnata (pioggia), la Giuria può obbligare, per ragioni di sicurezza, l’uso di gomme da bagnato o comunque scolpite.


 
Calendario F/C

             








Statistiche
Utenti : 43
Contenuti : 19
Tot. visite contenuti : 1725916
Utenti
 6 visitatori online