Foto Slide Show
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Autocross 2017
8/9 Aprile 2017
6/7 Maggio 2017
23/24 Settembre 2017
14/15 Ottobre 2017


 

MIMO Lorenzo

Cap.2  (R.S.G.) Regolamento Sportivo Generale
REGOLAMENTO AUTOMOBILISTICO SPORTIVO E.N.D.A.S. 2012


 
 Art. 1 – Direttive generali

La Commissione Automobilistica ha redatto ed emanato il presente regolamento sportivo la cui osservanza è obbligatoria in tutte le manifestazioni sportive. Del presente regolamento fanno parte integrante le norme generali e le norme supplementari.
Ogni questione sull’interpretazione finale del presente regolamento viene decisa dalla Commissione Automobilistica ENDAS.

Art. 2 -  Modifiche regolamentari

La Commissione Automobilistica potrà apportare in qualsiasi momento, per motivi di interesse generale o di sicurezza, modifiche, aggiornamenti o integrazioni al presente regolamento.

Art. 3 – Controversie

I titolari di licenza rilasciata dalla Commissione Automobilistica ENDAS si impegnano dirimere eventuali contese sorte fra gli stessi nello svolgimento dei compiti loro attribuiti durante la manifestazione, rinunciando ad adire altre autorità per la tutela dei propri diritti e interessi che non siano quelle previste dal Codice Automobilistico ENDAS.

Art. 4 – Percorsi e norma di rispetto

I percorsi di gara permanenti sono sottoposti a verifiche annuali, previo collaudo iniziale; mentre i percorsi provvisori o attrezzati saranno sottoposti di volta in volta alle verifiche necessarie per l’autorizzazione allo svolgimento della manifestazione.
Il conduttore che intenzionalmente effettua un taglio di percorso viene automaticamente escluso dalla classifica; si ravvisa taglio di percorso quando le ruote dello stesso asse oltrepassano le delimitazioni del percorso stesso. Tuttavia non comporta l’esclusione quando il concorrente rientra nel tracciato di gara dallo stesso punto in cui è uscito dando la precedenza e non ostacolando le vetture che sopraggiungono.

Art. 5 – Ufficiali di gara e loro mansioni

Ogni manifestazione indetta dalla Commissione Automobilistica necessita dei seguenti ufficiali di gara:

-                     Direttore di Gara

-                     Commissario Sportivo

-                     Commissario Tecnico

-                     Segretaria di manifestazione

-                     Commissari di percorso

Possono essere designati altri ufficiali che vanno riportati nell’elenco del regolamento particolare di gara come: Direttore di Gara, Commissari Sportivi, Commissari Tecnici con funzione di “aggiunti”. Gli ufficiali di gara così denominati contribuiscono a far rispettare il Regolamento e collaborano nelle mansioni, ma il loro giudizio non è vincolante per la Giuria.

1) Il Direttore di Gara:

Dirige la manifestazione comunicando con i piloti e i commissari di percorso mediante l’uso di bandiere. In tutte le sue decisioni può avere l’avvallo del Commissario Sportivo o, in sua sostituzione, del Commissario Tecnico. Terrà il briefing coi piloti, gli ufficiali di gara e il personale di servizio mezz’ora prima dell’inizio delle batterie. Decide insindacabilmente sulle condizioni del percorso di gara. Nelle sue mansioni è prevista l’adozione di tutte le bandiere e in via del tutto esclusiva l’uso delle seguenti : tricolore, scacchi, nera, diagonale, bianca/nera, nera con cerchio arancione. Alla fine il suddetto redigerà, con l’ausilio della segretaria di manifestazione, una relazione che contenga almeno i seguenti punti:

  1. a)                  elenco iscritti (nome, cognome, numero di licenza)
  2. b)                 elenco verificati
  3. c)                  eventuali esclusi e relative motivazioni
  4. d)                 classifiche finali
  5. e)                  la relazione sarà inclusa nell’incartamento di chiusura della manifestazione. 

2) Commissario Sportivo:

Assiste alle verifiche sportive. Stabilisce le griglie di partenza. Assiste il Direttore di Gara nelle decisioni che lo stesso dovrà adottare nell’arco della manifestazione. Assiste e collabora con la segretaria di manifestazione nello svolgimento dei suoi compiti.

3) Commissario Tecnico:

Ha il compito di verificare se le vetture che si presentano alle verifiche siano conformi alle norme previste dal regolamento tecnico e all’eventuale scheda tecnica, in particolare che rispettino le norme di sicurezza. Si deve occupare che le operazioni di eventuali verifiche tecniche post gara siano eseguite nel rispetto dei regolamenti. Verifica la corretta esposizione del numero di gara. Assiste il Direttore di gara nell’eventuale sostituzione del Commissario

Sportivo nelle decisioni adottate durante la manifestazione.

4) Segretaria di manifestazione:

Ha il compito di effettuare le verifiche sportive controllando:

-                     validità licenza conduttore

-                     modalità e pagamento del contributo di partecipazione

-                     l’elenco dei verificati da sottoporre al Commissario Sportivo per la costituzione dei vari raggruppamenti.

Redige i verbali di decisione che il Direttore di Gara e il Commissario Sportivo e Tecnico adotteranno durante lo svolgimento della gara.

5) Commissari di percorso:

Hanno il compito di comunicare, mediante l’uso delle bandiere, con il Direttore di Gara e con i conduttori. Un commissario di percorso sarà incaricato dal Direttore di Gara di effettuare le funzioni di contagiri. Almeno uno di loro, per ogni postazione, avrà cura di trascrivere eventuali comportamenti scorretti compiuti dai conduttori, annotando il numero di identificazione da sottoporre all’attenzione del Direttore di Gara alla fine della prova in svolgimento. Ogni postazione dei Commissari di percorso sarà dotata di bandiere di segnalazione ed estintore adeguato.

 Art. 6 – Regolamento particolare di gara

Ogni manifestazione viene autorizzata con l’approvazione da parte della Commissione Automobilistica del “Regolamento Particolare di Gara” che l’organizzazione avrà cura di produrre almeno 20 (venti) giorni prima della data di effettuazione della stessa e dovrà quanto meno indicare i seguenti articoli:

  1. a)                  specialità, luogo e data
  2. c)                  vetture ammesse e suddivisioni
  3. d)                 specialità, luogo e data
  4. e)                  nome, indirizzo dell’organizzatore
  5. f)                  vetture ammesse e suddivisioni
  6. g)                 modalità di svolgimento della manifestazione
  7. h)                 percorso
  8. i)                   iscrizioni
  9. j)                   copertura assicurativa
  10. k)                 servizio medico (medico e ambulanza)
  11. l)                   servizio cronometraggio (quando previsto)
  12. m)               verifiche sportive e tecniche
  13. n)                 ufficiali di gara
  14. o)                 albo di gara

b)                 nome, indirizzo dell’organizzatore  

 Art. 7 – Osservatore

La Commissione Automobilistica nominerà ogni qualvolta lo ritenga opportuno una persona di sua fiducia con mansioni di osservatore che stilerà una relazione sullo svolgimento della manifestazione, da inviare riservatamente alla commissione stessa.

 Art. 8 – Iscrizioni a calendario

Ogni manifestazione deve essere inserita a calendario, esso viene stilato nel mese di Novembre per la stagione successiva. Solo l’organizzatore titolare della relativa licenza può iscrivere manifestazioni a calendario, previo pagamento della relativa tassa di iscrizione. La Commissione Automobilistica , a suo insindacabile giudizio, può rifiutare le iscrizioni a calendario.

 Art. 9 – Iscrizioni conduttori

Ogni conduttore che intenda partecipare ad una manifestazione dovrà inviare la propria richiesta entro le ore 18.00 del martedì antecedente la gara accompagnandola con i seguenti dati:

-                     cognome e nome

-                     numero di licenza

-                     vettura, gruppo

-                     numero di gara

L’iscrizione può essere accettata, se l’organizzatore lo riterrà opportuno, anche dopo tale termine, in questo caso il contributo sarà penalizzato dal coefficiente di 1x1,5.
L’organizzatore può rifiutare l’iscrizione, ma dovrà informare entro le ore 18.00 del giorno successivo la Commissione Automobilistica che giudicherà insindacabilmente sui motivi del rifiuto.
Il nominativo del conduttore che si iscrive in ritardo o che iscritto non si presenta alla manifestazione ingiustificatamente, sarà reso pubblico sull’albo di gara.
Alla terza infrazione, per essere accettato alla manifestazione, dovrà inviare il contributo entro il martedì antecedente alla gara tramite vaglia postale.

Art. 10 – Verifiche sportive

Ogni manifestazione è preceduta dalle operazioni di assegnazione del numero di gara e di verifiche sportive svolte dalla segretaria di manifestazione con la collaborazione del Commissario Sportivo.

  1. a)                  licenza conduttore
  2. b)                 certificato medico-attitudinale
  3. c)                  versamento contributo manifestazione

Art. 11 – Verifiche tecniche Ogni conduttore che abbia superato le verifiche sportive, per essere ammesso alla competizione, dovrà sottoporre la propria vettura munita della relativa scheda tecnica, nello spazio e negli orari definiti, al controllo del Commissario Tecnico per il giudizio favorevole di conformità e sicurezza del mezzo.

 Art. 12 – Numeri di gara

La Commissione Automobilistica stilerà una classifica di merito aggiornata annualmente per l’attribuzione dei numeri di gara (prioritari).
Coloro i quali non rientrano nella suddetta classifica saranno accreditati di un numero progressivo rilasciato volta per volta nelle singole manifestazioni.
Saranno esposti al centro delle portiere anteriori delle vetture o per veicoli diversi nelle fiancate in modo ben visibile. Saranno stampati su fondo bianco con caratteri neri, con le seguenti misure: larghezza d’asta cm 5 e lunghezza cm 30.
I numeri di gara saranno forniti dall’organizzazione previo pagamento del prezzo stabilito forfetariamente.

Art. 13 – Albo di gara

In ogni manifestazione l’organizzatore predisporrà un albo di gara, indicandolo anche nel “Regolamento di Gara”ove saranno esposti tutti i comunicati, le sanzioni, le decisioni che gli ufficiali di gara adotteranno più la seguente documentazione:

-                     R.P.G. approvato

-                     Elenco iscritti

-                     Costituzione delle classi

-                     Svolgimento della manifestazione

-                     Classifiche

Art. 14 – Punteggi

In tutte le gare in cui sia previsto un punteggio i punti saranno così attribuiti:

-           1° classificato punti    10

-           2° classificato punti    8

-           3° classificato punti    6

-           4° classificato punti    4

-           5° classificato punti    2

-           6° classificato punti    1

Per la classifica assoluta il punteggio del singolo conduttore sarà espressa dai risultati di una singola divisione. La divisione Auto Storiche/Promozionali non concorre alla classifica assoluta.
Nelle classifiche a punti, in caso di parità, la discriminante sarà a favore del conduttore raggiunto con il maggior numero di pole position ed infine, perdurando la parità, dal maggior numero dei verificati nella propria divisione in occasione dell’ultima gara programmata.
Una divisione è considerata costituita con 4 vetture verificate, altrimenti i punteggi saranno dimezzati.

Art. 15 – Esercizio del potere sportivo e giuridico

La Commissione Automobilistica esercita il potere sportivo in quattro livelli:

Giuria:Composta dal Direttore di Gara, dal Commissario Sportivo e dal Commissario Tecnico operanti sul campo di gara. La giuria si riunisce per la prima volta 10 minuti prima dell’inizio delle verifiche sportive per controllare il R.P.G., l’elenco iscritti, le autorizzazioni sportive e amministrative per autorizzare “l’inizio manifestazione”. Successivamente ogni volta che le necessità lo richiedono obbligatoriamente immediatamente dopo l’ultima finale per decretare “fine manifestazione”.
La giuria ha il potere di adottare soluzioni e sanzioni non previste specificatamente dal regolamento per casi e situazioni particolari non contemplati dal regolamento  con le seguenti limitazioni : penalità 5 secondi, ammenda max 100 euro, esclusione dalla classifica, penalità di partenza, il tutto poi approvato in via definitiva dalla Commissione Automobilistica.

C.G. (Commissione Giudicante):

E’ costituita da un componente della Commissione Automobilistica che la presiede e da due ufficiali di gara non compresi nella giuria giudicante il reclamo. Giudica i ricorsi.

C.T. (Commissione Tecnica) :

Giudica in ultima istanza sulla legittimità delle decisioni della C.G., è composta dal presidente – da un suo delegato – della Commissione Automobilistica che la presiede e da altri due componenti da esso designati. Giudica anche gli appelli.

La Commissione Automobilistica è anche organo supremo giuridico. Giudica tutte le decisioni prese dalla Giuria, dalla Commissione Giudicante, dalla Commissione Tecnica. Giudica sui fatti e sui comportamenti  di tutti i tesserati che non siano stati trattati dai tre ordini Giuridici sopra menzionati.
La Commissione Automobilistica interviene per segnalazione, per informazione o per propria decisione. Le decisioni della Commissione Automobilistica, in quanto organo giuridico supremo, sono definitive ed inappellabili.

Art. 16 – Licenze

Tutti coloro che intendono a vario titolo partecipare alle manifestazioni indette ed organizzate dalla Commissione Automobilistica ENDAS devono essere titolari della relativa licenza rilasciata ad insindacabile giudizio della suddetta Commissione.

Tutte le licenze avranno scadenza periodica al 31 Dicembre di ogni anno.

Licenza di Dirigente:
E' rilasciata ai componenti della Commissione Automobilistica per il periodo durante il quale ricopriranno la carica.

Licenza di ufficiale di gara:
Tali licenze verranno rilasciate dalla Commissione Automobilistica dopo il relativo corso di formazione e con il superamento degli esami finali : Direttore di Gara, Commissario Sportivo, Commissario Tecnico, Segretaria di manifestazione e Commissari di percorso.

Licenza di conduttore:
Viene rilasciata alla persona fisica maggiorenne che ne faccia richiesta e che abbia e che abbia i requisiti medico-attitudinali che consentano di condurre una vettura durante le manifestazioni promosse dalla Commissione Automobilistica.
Tuttavia per l’ammissione alle gare, dovrà dimostrare la conoscenza dell’uso delle bandiere e capacità di guida del proprio mezzo da competizione in un test che prevede la partenza da fermo e la percorrenza di un breve tratto di percorso. Il tutto sarà svolto mezz’ora prima della gara cui partecipa per la prima volta. Tale test viene richiesto solo all’atto del rilascio della licenza, mentre non è più richiesto per i successivi rinnovi annuali periodici.
La licenza di conduttore potrà essere  rilasciata anche a persone minorenni purchè superino il test attitudinale, abbiano compiuto il sedicesimo anno di età e siano accompagnati da almeno un genitore che si assuma la responsabilità sottoscrivendo la dichiarazione del caso.

Licenza di circuito:
Viene rilasciata ad un percorso semi-permanente o permanente chiuso ad anello che abbia superato positivamente il sopralluogo di collaudo da parte della Commissione Automobilistica e successivamente il controllo periodico annuale.

 Art. 17 – Bandiere

Misure obbligatorie : cm 80 (orizzontale) x cm 60 (verticale)

- Tricolore partenza

- Giallo pericolo, sanzione di squalifica in caso di sorpasso con bandiera effettuato nei primi due giri

-    

Blu

agevolare  il percorso

  - Verde segnala pista libera e cessato pericolo dopo l'esposizione della bandiera gialla
- Giallo a strisce rosse aderenza precaria
- Nera esclusione
- Bianca e nera divisa diagonalmente primo avviso di  comportamento scorretto
- Rossa sospensione immediata e ripetizione della manche. Se si tratta di finale ed è stato percorso più della metà dei giri previsti la gara si considera conclusa con l’ordine di arrivo riferito al giro precedente la sospensione. Se nello svolgimento di una qualsiasi manche il conduttore si fermasse lungo il percorso causando ostruzione per il regolare svolgimento della stessa agli altri concorrenti o creasse condizioni di pericolo, la manche sarà ripetuta, ma il conduttore causa dell’interruzione, sarà automaticamente escluso dalla gara
- Bianca mezzo pronto soccorso in azione
- Nera con cerchio arancione

pericolo sulla vettura

Art. 18 – Servizio medico

In tutte le manifestazioni autorizzate dalla Commissione Automobilistica è previsto obbligatoriamente e per tutta la durata della stessa, la presenza di un medico e di almeno un’ambulanza.

 Art. 19 – Servizio di soccorso

Il servizio è rivolto ai conduttori ed alle vetture qualora si trovino in situazioni di difficoltà.

In tali circostanze i commissari di percorso, scongiurato l’eventuale pericolo di incendio con gli estintori in dotazione presso ogni postazione, provvederanno a far scendere il conduttore dalla vettura e ad accompagnarlo in luogo sicuro. In caso di infortunio, segnaleranno tempestivamente l’accaduto al Direttore di gara che farà prontamente intervenire il personale medico di servizio.
Successivamente si provvederà a ripristinare le condizioni di normalità, posizionando le vetture coinvolte in luogo sicuro o segnalando per 3 giri consecutivi la situazione di pericolo con esposizione di bandiere gialle.
I mezzi di soccorso, per il recupero della vettura incidentata o in avaria devono essere idonei alle caratteristiche della manifestazione

Art. 20 – Reclami – ricorsi – appelli

Reclami :

Il conduttore è l’unico legittimato a proporre reclamo, purchè sia stato leso un suo interesse o diritto. Il reclamo va presentato al Direttore di Gara per iscritto e firmato dal conduttore, accompagnato dalla tassa di € 50,00 (cinquanta/00) più l’addizionale in caso di reclamo tecnico entro 15 minuti dall’esposizione della classifica.
Prima di emettere il giudizio, la Giuria instaurerà una breve istruttoria per appurare quanto accaduto. La tassa di reclamo tecnico che comporti operazioni di smontaggio è stabilita in € 500,00 (cinquecento/00) per vetture fino a 1500 cc., € 775,00 (settecentosettantacinque/00) per vetture fino a 2000 cc., € 1000,00 (mille/00) per vetture oltre 2000 cc.
In caso di reclamo fondato le tasse vengono restituite, in caso contrario vanno alla controparte quale rimborso. La parte soccombente sopporterà inoltre, il costo di eventuali operazioni di verifiche eseguite in officina o locali attrezzati.

Ricorsi :

Ha il diritto di presentarli unicamente il conduttore, che dovrà pronunciarsi in tal senso entro 15 minuti dall’esposizione all’albo di gara del verdetto della Giuria in riferimento al proprio reclamo; versando contestualmente la tassa di € 150,00 (centocinquanta/00) a titolo di cauzione. Entro 48 ore dovrà produrre un ricorso costituito da una breve relazione sull’accaduto, corredata da materiale filmato da far pervenire alla Commissione Giudicante.

Appelli :

Il conduttore che non si ritenga soddisfatto dell’esito del ricorso proposto alla C.G. può interporre appello alla C.T. L’appello redatto per iscritto e inoltrato entro 48 ore dalla notifica dell’avvenuta decisione della C.G., accompagnato dalla relativa tassa di € 250,00 (duecentocinquanta/00).

Art. 21 – Sanzioni disciplinari e pecuniarie

La giuria può infliggere le seguenti sanzioni:

  1. a)                  disciplinari:ammonizione, esclusione dalla classifica, penalità consone al caso
  2. b)                  pecuniarie:ammenda che parte da un minimo di una ad un massimo di due volte l’importo della tassa d’iscrizione.
    1. a)          disciplinari:sospensione cha va da un minimio di 15 ad un massimo di giorni 365
    2. b)          pecuniarie:ammenda che va da un minimo di € 100,00 (cento/00) ad un massimo di € 500,00 (cinquecento).
  La C.G. può infliggere le seguenti sanzioni:
  La C.T. giudica in ultima istanza sulla legittimità delle decisioni della C.G. e sui provvedimenti disciplinari adottati.           

Art. 22 – Autorizzazioni amministrative

In relazione alle attività promosse dalla Commissione Automobilistica, che si svolgeranno preferibilmente su circuiti chiusi o comunque su aree attrezzate, le rispettive autorizzazioni dovranno essere rilasciate dalle autorità locali competenti per territorio.

Art. 23 – Assicurazioni e tasse I conduttori e gli ufficiali di gara titolari della relativa licenza, sono coperti da una polizza assicurativa contro gli infortuni derivanti da fatti incidentali verificatisi durante la manifestazione

  Tasse organizzative Tasse di partecipazione
Raduni 100,00 € 50,00 €
Autocross 50,00 € 75,00 €
Rallycross 100,00 € 100,00 €
Formula Crono 75,00 € 90,00 €
Neve/Ghiaccio 50,00 € 140,00 €
Formula Sprint 100,00 € 150,00 €
Auto Storiche 100,00 € 150,00 €
  Tasse di licenza
Dirigente 30,00 €
Ufficiale di gara 30,00 €
Conduttore 80,00 €
Organizzatore 100,00 €
Circuito 50,00 €

Art. 24 – Norma comportamentale

Al di fuori del percorso di gara il conduttore deve spostare la vettura dal proprio posto solo per motivi connessi alla gara.
Ogni spostamento deve essere effettuato a passo d’uomo, meglio se a spinta. Non sono ammesse prove tecniche (riscaldamento – frenate – ecc…) neppure se effettuate a bassa velocità.
Il conduttore è responsabile del proprio mezzo di gara, delle vetture di trasporto o assistenza e risponde del comportamento di eventuali passeggeri e accompagnatori.

Per i trasgressori sono previste le seguenti penalità:

-                     ammenda di € 100,00 (cento/00) da riscuotere sul posto

-                     esclusione dalla gara e perdita dell’eventuale punteggio acquisito durante la prova

-                     trascrizione della sanzione

-                     per il conduttore recidivo sarà aggiunta la sospensione immediata della licenza per un periodo stabilito dalla Commissione Tecnica, proporzionata alla gravità del fatto.

Non esiste alcuna autorizzazione per eventuali meccanici od accompagnatori.

Art. 25 - Qualificazioni

Nelle qualificazioni il giro di prova deve essere percorso conservando l’ordine di partenza.

Art. 26 – Norma ambientale – Tutela delle aree pubbliche utilizzate

Pista -  Ogni sversamento di qualsiasi liquido e l’emissione eccessiva di fumo dallo scarico, comporta l’arresto immediato del mezzo che sarà recuperato e trasportato al padok.

Vetture -  Devono essere munite di una vaschetta per l’eventuale sfiato dell’olio motore. E’ imposta una paratia sotto il motore che consenta l’eventuale recupero e assorbimento dei liquidi dispersi.

Parco piloti  (Padok)  -  Ogni vettura deve essere posizionata sopra un telo impermeabile che copra tutta l’area occupata dalla stessa vettura. L’area occupata deve essere delimitata (nastro – corda – ecc.) per evitare il contatto diretto con il pubblico e deve essere dotata di estintore portatile, un sacchetto di segatura e un sacco impermeabile per il recupero di ogni forma di immondizia con l’obbligo dello smaltimento in proprio.

A fine gara l’area occupata deve risultare perfettamente ordinata e pulita.

 
Calendario F/C

             








Statistiche
Utenti : 43
Contenuti : 19
Tot. visite contenuti : 1725925
Utenti
 15 visitatori online